La 1º rivista digitale nata in Italia sulla tecnica del Carpfishing – 2011-2022
La 1º rivista digitale nata in Italia sulla tecnica del Carpfishing – 2011-2022

Self made boiles 10 consigli

Condividi


Self made boiles 10 consigli

  • Utilizzate boiles rollate massimo due giorni prima e preparate con ingredienti freschi. Una volta create le boiles lasciatele riposare dalle 18 alle 24 ore su un essiccatoio magari creato con qualche legno e le classiche zanzariere (se avete un minimo di manualità). La stanza deve essere non umida e bene areata. Dopo questa fase, se non dovete andare pescare il giorno dopo o comunque a breve congelatele immediatamente. Non conservate le boiles per più di 3-4 mesi nel congelatore. Una volta scongelate utilizzatele e non ricongelatele nuovamente.

 

  • Quando decidete di improntare una pasturazione con le boiles evitate di impiegare qualsiasi tipo di conservante. I conservanti possono alterare il delicato sistema digestivo delle carpe e nel lungo periodo può essere deleterio.

 

  • Quando create i vostri mix assicuratevi che tutti gli ingredienti utilizzati siano freschi, basta un solo ingrediente che magari avevate in cantina o nel box da un pò di tempo per rovinare l’intera miscela.

 

  • Utilizzate gli aromi considerando la stagione in cui pescate tenendo a mente che sulle classiche boccette vengono riportati il valore min e max, quindi in Estate state sul valore minimo ed in Inverno sul valore massimo. Un altro aspetto che dovete considerare è quello che tra i sensi più utilizzati dalla carpa ci sono in ordine d’importanza, il gusto, l’olfatto seguito dalla vista, quindi non fissatevi sull’aroma ma prima di esso scegliete bene gli ingredienti che andranno a comporre il vostro mix preferendo materie prime predigerite e precotte. In ultimo ma non per importanza, vi riporto  da un ultima ricerca sulla carpa che bassi livelli di aroma vengono individuati con molta più facilità da carpe affamate rispetto a quelle sazie, morale della favola considerate in primis l’ambiente dove effettuerete la vostra sessione di carpfishing.

 

  • Se volete dare una marcia in più alle vostre boiles dal punto di vista attrattivo dovete miscelare due-tre aromi a base solvente differente e creare la vostra personale nota olfattiva. Non dimenticate l’importanza degli aminoacidi articolo aggiornato di recente leggete qui Aminoacidi conosciamoli meglioSegnatevi su un quaderno sempre tutto….per non lasciare nulla al caso. Parola d’ordine… sperimentare sempre….

 

  • In base alla tipologia di angler ovvero se siete più per le sessioni veloci o per quelle di molti giorni, cercate di creare mix ad alto valore nutrizionale(HNV) per le sessioni lunghe o al contrario mix tranello sessioni veloci(su questo magazine ci sono diversi articoli sulla questione basta utilizzare il campo cerca presente in home page).

 

  • Gli oli alimentari vanno utilizzati anche in Inverno, sono utili sia dal punto di vista meccanico donano elasticità all’impasto ma anche da quello nutritivo, due consigli veloci, utilizzate l’olio di salmone in Estate e l’olio di germe di grano emulsionato con della lecitina liquida o in polvere in Inverno, dosaggi 10 ml per kg di mix.(sempre sul magazine trovate procedura per crearvi la lecitina liquida per i più pigri eccovi il link Spezie spray e lecitina liquida

 

  • Sperimentate diversi sistemi di cottura delle vostre boiles non esiste la migliore, ma esiste quella in base al risultato che volete ottenere, esempio provate a cuocere le vostre boiles in forno a 130 gradi per ottenere una boile dal nucleo morbido e dall’esterno duro, poi testatela in acqua con un altra boile cotta con un sistema diverso a vapore o in acqua bollente prima di averla avvolta nella pellicola trasparente ed osservate come lavorano.

 

  • Diversificate le vostre ricette, non dovete farne centinaia, concentratevi sul numero 3(tre) il numero perfetto, naturalmente scegliete profili attrattivi-nutritivi diversi e vedete nel tempo testandoli in differenti ambienti di pesca e stagioni quale risulta la più attrattiva.

 

  • Una volta che avete trovato la ricetta giusta non modificatela magari aggiungendo qualche nuovo prodotto uscito da poco, se catturate non complicatevi la vita inutilmente spendendo magari anche soldi che potreste usare per cose più importanti. Ricordatevi la pesca è soprattutto semplicità non dovete operare per fortuna nessuno al cervello….

 

 

 

In bocca al lupo anglers….

Donato Corrente -Ideatore di www.carpmagazine.it on line da undici anni-



Condividi

Lascia un commento