La 1º rivista digitale nata in Italia sulla tecnica del Carpfishing – 2011-2022
La 1º rivista digitale nata in Italia sulla tecnica del Carpfishing – 2011-2022

Ingredienti termogenici

Condividi


Ingredienti termogenici

 

 

Ingredienti termogenici

 

Le sostanze termogeniche permettono producendo calore di aumentare il metabolismo.

Ma che cos’è il metabolismo?

Il metabolismo è importantissimo per la vita dell’organismo e mediante esso si produce, consuma e accumula l’energia.

L’ossigeno è fondamentale alla vita di tutti gli organismi ed esso è necessario per le funzioni cardiovascolari. I pesci per vivere lo estraggono dall’acqua per mezzo delle branchie, poichè l’acqua è 1000 volte più densa dell’aria, i pesci sprecheranno più energie per effettuare quest’operazione.

In Inverno come in Estate la quantità di ossigeno si abbassa notevolmente e di conseguenza anche il metabolismo del ciprinide, occorrerà quindi impiegare sostanze che producano un effetto termogenico. Le proprietà di queste sostanze devono essere considerate
dal carpista attento, soprattutto quando dovrà scegliere gli ingredienti più idonei da inserire nei mix adatti ad essere utilizzati nelle sessioni invernali.

Nella stagione fredda le carpe continuano ad alimentarsi ma con minore frequenza, poichè com’è stato notato negli allevamenti delle carpe Koi, quest’ultime possono impiegare anche fino a 50 ore per digerire completamente il cibo ingerito con temperature dell’acqua inferiori ai 13° gradi.

Ingredienti come la caffeina, il guaranà, il pepe nero il cui principio attivo è la piperina, il peperoncino il cui principio attivo è la capsaicina , il pepe di cayenna, la paprika, il chili, lo zenzero il cui principio attivo è il gingerolo, l’ eugenolo contenuto nell’olio di chiodi di garofano, ma anche la cannella, curcuma, fieno greco, l’aglio, cardamomo, timo, salvia, ortica, sono tutte sostanze termogeniche e quindi responsabili dell’aumento del metabolismo.

Queste avranno effetto anche su altre funzioni vitali del pesce come: il suo flusso sanguigno, il ritmo cardiaco e aiuteranno la digestione poiché andranno anche a stimolare la secrezione dei succhi gastrici.

Gli ingredienti sopra citati contengono alcaloidi e alcuni anche acidi organici come i semi di peperoncino che contengono acido palmitico, stearico, oleico ed miristico quest’ultimo presente anche in qualche derivato del latte e nella noce moscata.

Aromi come il “Mega Spice” di Rod Hutchinson mima la presenza di alcoloidi in acqua attirando le carpe sul nostro innesco, la dose consigliata è di 3 ml/kg di mix secco.

Diciamo che in generale i ciprinidi sono attratti sia dagli acidi organici e da quelli nucleici. Ad esempio l’acido butirrico che si forma dalla fermentazione dello zucchero o amido usando i batteri o addizionando formaggio in putrefazione, costituisce la base di diversi aromi e lo possiamo trovare nel burro rancido in percentuali che vanno dal 3-4%, va dosato in bassisime quantità 1-2 gocce per 1 kg di mix. Il suo punto di bollitura è a 164 gradi quindi superiore all’acqua, in questo modo non si perde bollendo la boile. Ha la capacità di attraversare l’acqua molto velocemente grazie alla sua struttura molecolare e di disperdersi molto lontano.

Cerchiamo d’inserire almeno uno degli ingredienti termogenici nei nostri mix quando decideremo di tentare la cattura sfidando i rigori invernali. Così facendo non solo daremo una mano al metabolismo del pesce, rallentato dalla bassa temperatura dell’acqua, ma grazie anche al loro contenuto in alcaloidi e in acidi organici otterremo allo stesso tempo delle esche molto attrattive nei confronti delle carpe.

Ve ne propongo qualcuno.

Chili in polvere

Aumenta il flusso sanguigno e quindi il metabolismo. Rappresenta un ottimo attrattore e stimolatore per le carpe soprattutto nei mesi invernali con temperature dell’acqua sotto i 13° gradi ossia quando il metabolismo della carpa è rallentato. Come la capsaicina del peperoncino o il pepe di cayenna o la paprika, il chili rappresenta come le altre una sostanza termogenica.

Contiene un’ alta dose di vitamina C che aiuta la digestione portando il pesce a tornare sulle esche per cibarsi nuovamente. Quest’ingrediente può essere utilizzato nei nostri mix in quantità fino a 100gr/Kg.
Un altro utilizzo che se ne può fare è quello di impiegarlo nei method mix, nella composizione degli stick e per ricoprire le boiles subito dopo la loro cottura per creare una sottile crosticina che una volta in acqua genererà una nuvola attrattiva intorno al nostro rig.

Nella sua forma liquida può essere impiegato nell’ordine di 20-30 ml/kg, aggiungendolo direttamente nelle uova, lo si può utilizzare per bagnare i nostri stick e method mix o per personalizzare le granaglie da innesco.

Robin Red

Questo pastoncino della famosa azienda inglese Haith’s, dovrebbe essere inserito in tutti i mix da carpfishing visto e considerato che contiene ben 17 ingredienti con caratteristiche vincenti. Contiene il 2,6% di olii volatili che risultano molto solubili in acqua, aminoacidi essenziali ossia che non possono essere sintetizzati dal ciprinide, olii essenziali, capsaicina che stimola la secrezione dei succhi gastrici, inoltre il peperoncino contiene vitamina B6, B12, vitamina C e due importanti carotenoidi: beta carotene e il licopene contenuto quest’ultimo anche nel pomodoro. Va inserito nel mix a partire da 100gr/kg ma si possono fare anche degli interessanti esperimenti abbinandolo a qualche derivato del latte per creare delle pastelle davvero micidiali in acqua in termini di attrazione soprattutto con acqua fredda. Troviamo anche il pepe di cayenna, altro termogenico, che stimola la digestione, la circolazione sanguigna e che contiene alte percentuali di vitamina A, C, tutto il gruppo B, potassio e calcio.

Aglio in polvere

Aglio in polvere

Molto utilizzato in particolare per la pesca dell’ Amur(carpa erbivora), ma anche per le carpe, viene inserito in dosi fino a 30 grammi per kg di mix. Molto utilizzato da anni anche l’olio essenziale, bastano appena poche gocce 1-2 per donare un’impronta gustativa notevole al mix, si sposa benissimo con i fishmeal mix.

Pepe Nero

Black pepper liquid

Ricavato dai semi di una pianta indiana, viene inserito nel mix in dosi di 15 grammi per kg. Rende la boile leggermente piccante e si abbina a qualsiasi tipo di aroma e sembra allontanare i gamberi killer. L’olio essenziale black pepper da anni è utilizzato con successo, specialmente in abbinamento all’aroma Squid and Octopus, va inserito da 10 a 20 gocce per kg/mix ed in base alla sua tipologia.

robin red

Detto questo, le sostanze termogeniche sono davvero tante e non basterebbe di certo un articolo per citarle tutte, la cosa fondamentale è conoscerle, sfruttando quelle più idonee ai nostri scopi ricordando che, alcune di esse, oltre ad aumentare il metabolismo ed assistere la digestione, hanno anche effetti antibatterici (come il carvacrolo principio attivo del timo) e sicuramente quest’aspetto verrà gradito dalle nostre amiche carpe.

Autore Donato Corrente -www.carpmagazine.it



Condividi

Lascia un commento