Esche alternative


Condividi


Una delle esche alternative che in Po mi ha dato e mi da ancora oggi tante soddisfazioni salvandomi dal cappotto e’ il frolic,una crocchetta a forma di anello con un buco centrale usato per l’alimentazione dei cani. Esistono tre formati di frolic, il mini il medio e il gran frolic nei gusti pollo e verdure e al manzo validi entrambi. Scendendo nei dettagli sulla confezione vengono riportati i seguenti ingredienti: cereali, sottoprodotti di origine vegetale, carni e derivati, oli, ortaggi, latte e derivati, zuccheri, pesce, sottoprodotti dei pesci.

Visto l’alto valore dei grassi circa il 14%, è consigliabile usarlo come faccio io innescandolo sull’hair rig  e creando degli  stringer composti da quattro o cinque elementi anche se alcuni lo usano per pasturazioni preventive massicce. Ricordo che e’ un alimento adatto all’alimentazione dei cani e non delle carpe. Il frolic in acqua ha un azione simile a quella di un pellet, ma il dissolvimento risulta piu’ lento e  con una temperatura dell’acqua attorno ai 10° puo’ restare innescato per quattro ore circa.

Sciogliondosi rilascia particelle solide dalle quali si staccano i liquidi in esso contenuti creano un alone attrattivo ad ampio raggio. Con temperature elevate il frolic rimane al max innescato per un’ora circa. Per ritardare il suo dissolvimento, prima di innescarlo lo avvolgo in un pezzo di calza da donna ( da chiedere alla moglie o fidanzata per evitare spiacevoli discussioni) lo stringo per bene e lo lego con un pezzo di dental floss oppure quando non ho voglia di eseguire questa semplice operazione lascio il sacchetto aperto in garage per dieci giorni ed a contatto con l’aria il frolic si indurisce da solo. Il terminale adatto per l’innesco e’ il classico d-rig in fluorocarbon con amo del N.2 per il mini ed il medio frolic e amo N. 1/0 per il gran frolic.

Autore Pino Capomolla

 

 

D-Rig innescato a Frolic

D-Rig innescato a Frolic

 

 

 

 



Condividi

Informazioni su Donato Corrente

Il 1° Magazine del CarpFishing fondato e sviluppato da Donato Corrente, maratoneta, Istruttore di Triathlon, free angler, blogger ed articolista su Carp&Cat

Lascia un commento