Collettore Padano

Condividi


1Si è concluso domenica 13 Settembre l’enduro organizzato presso il Collettore Padano nella zona di Porto Viro che ha visto affrontarsi in una gara all’ultimo pesce 14 Angler agguerritissimi. Tra cui:

Un particolare ringraziamento va a Massimo Pregnolato che ha messo a disposizione il suo amato Collettore Padano d ha dato la disponibilità di presenziare come unico giudice di gara 24 ore su 24, allo staff C.V.A. Fishing Tackle e allo staff ID BAITS che hanno reso disponibili i loro prodotti per la premiazione delle coppie partecipanti e hanno tenuto durante tutta la giornata di domenica la presentazione e la dimostrazione dei loro prodotti con l’interesse di molti dai più grandi ai più piccini. L’enduro ha dato il seguente risultato:

31° coppia classificata: Massimo Beltrame–Stefano Mancin con un totale di 14,250 kg

2° coppia classificata: Gabriele Lanzoni-Fabio Pirazzoli con un totale di 12,000 kg

3° coppia classificata: Ivan Selvaggio-Daniele Zagato con un totale di 10,750 kg

Big Fish con un peso di 12,100 kg va a Gabriele Lanzoni

Quest’enduro è stato molto difficile per l’elevata presenza di pesce di disturbo e la difficoltà di fare restare in pesca le proprie esche, qui la bravura e l’acume degli Angler di inventarsi qualcosa per riuscire a portare a guadino delle carpe per poter rientrare in classifica e cercare di vincere le gara.

4Questa manifestazione è stata non solo una gara di pesca, ma anche un’occasione per stare insieme ad altri ragazzi, conoscere gente nuova, confrontarsi e fare 4 allegre risate in compagnia. L’ennesimo grazie va anche a Luigi Gozzi e a tutto lo staff de “El Carrettin” che ha organizzato il rinfresco di domenica per tutti i partecipanti e tutti i presenti come ospiti all’enduro e alla premiazione.

Un ultimo ringraziamento va a tutti voi che siete venuti a vedere e a quelli che durante i tre giorni ci sono venuti a trovare e salutare senza sosta anche fino a tarda notte, sono stati davvero tre giorni fantastici all’insegna del divertimento e del rispetto della natura perché è questa una delle prime regole del nostro beneamato carpfishing, prima ancora del fare o meno pesce. Un in bocca al lupo a tutti quanti e ci vediamo alla prossima ragazzi!

Autore Daniele Zagato –www.carpmagazine.it



Condividi

Lascia un commento