Wonderful Bled

Condividi


20150624_122737Doveva essere una tranquilla sessione di pesca in terra slovena, invece si è trasformata in una delle più belle pescate della nostra vita.

Il lago in questione è il famoso Bled.
Stupendo a dire poco, paradisiaco un vero fiore all’occhiello per qualsiasi carpista.

Dal momento in cui abbiamo deciso di affrontare Bled, il tempo per la preparazione al confronto con le sue acque è volato.

Protagonisti della sessione: io(Manuel) Giacomo ed Andrea, tre amici, un’unica passione.

Sistemate le valige in albergo, obbligatoria passeggiata di ricognizione attorno al lago. Neanche a dirlo i primi carpisti che incontriamo erano italiani, abbiamo subito chiesto a loro più informazioni possibili ma20150626_202214(0) DSC03263apparentemente il lago era bloccato, il risultato pochissime catture fino a quel momento.

Fatti i permessi di pesca ci siamo confrontati e di comune accordo abbiamo scelto la postazione per l’indomani. La serata è passata velocemente tra una pizza e qualche birra ma sia io che i miei compagni avevamo lo20150626_113153 stesso pensiero/desiderio, prendere una “specchiona” di Bled.

Ore 4 del mattino arrivati alla postazione designata e posizionati i picchetti, iniziamo a sondare il fondale; è tutto pulito davanti a noi, abbiamo l’imbarazzo della scelta. Lanciamo le lenze dai 40 ai 70 metri ad una profondità che varia dagli 8 ai 12 metri. Durante tutta la giornata non abbiamo sentito neanche un bip ma eravamo fiduciosi perché le carpe in quella zona solitamente passano prevalentemente di sera. Già in prima serata, infatti, abbiamo preso le prime carpe, due belle specchiotte di 13 e 14 kg, eravamo felici ma ancora non sapevamo a cosa saremmo andati incontro….

Non fa in tempo a finire la prima giornata di pesca che già inizia la seconda. Solita pasturata iniziale e subito lanciamo gli inneschi. Lo scenario era stupendo, il lago è incastonato in un bosco dove la gente passeggia per tutto il giorno, l’acqua 20150626_133149è cristallina con colori meravigliosi ed orde di giapponesi si sbizzarriscono con le loro reflex. Nel giro di poco il lago prese vita, grosse bollate risaltavano proprio sopra ai nostri spot, tre partenze e tre carpe meravigliose (15, 17 e 21 kg).

Non riusciamo a credere ai nostri occhi, le nostre aspettative sono state superate!!

Ma non è finita, nel corso la giornata abbiamo avuto una serie incredibile di partenze con tante carpe dai 15 ai 17 kg.

Come ciliegina sulla torta una maestosa 27kg.

Quattro over….21, 22, 23 e 27kg.

20150627_194607Eravamo distrutti dai tanti combattimenti ma allo stesso tempo soddisfatti ed euforici per le tante catture.

Giunti all’ultimo giorno di pesca il tempo era cambiato e grossi scuri nuvoloni ricoprivano l’intero lago. Pioggia, vento, lampi e per non farci mancare niente pure la grandine; noi riparati, per così dire, sotto agli20150627_184742 ombrelloni aspettavamo la fine della perturbazione. Con il sereno, le carpe tornano a farsi vedere con numerosi salti così da farci sperare in nuove catture ed ecco altre cinque stupende carpe portate a guadino, di cui altre 2 over.

I tre giorni di pesca si sono conclusi con un totale di 16 carpe, di cui 6 over (20, 20, 21, 22, 23 e 27kg). Una sessione indimenticabile ed una meravigliosa avventura.

Autore Manuel Cappelli  – www.carpmagazine.it –



Condividi

Lascia un commento