Sessione al lago San Pietro

Condividi


image2Beeeeeeeeeeeeeep beeeeeeeeeep beeeeeeeeeeep beeeeeeeeeeepppppppp ore 5:30 mi alzo di soprassalto non era un avvisatore ma la sveglia! Non capivo se ero contento o dispiaciuto, perché dovevo alzarmi quella mattina, e solamente dopo circa 30 secondi da quel suono, l’euforia ha iniziato a prendere il sopravvento e fu cosi che iniziarono i miei 4 giorni al lago San Pietro!!!!

Preparo le mie ultime cose cercando di non dimenticarmi nulla, cosa quasi impossibile per me, e quindi si parteeeee! Salgo sul mio furgone ducato tetto alto già carico dal giorno prima ma mentre sto per inserire la prima, anche la portiera del passeggero si apre, la mia compagna di vita è stata anche la mia compagna in quest’avventura di 4 giorni!!!!!

image4Ok ci siamo, direzione Mantova con una piccola tappa a casa di due amici che ci stavano aspettando per partire con noi per questa sessione! Fatto il resoconto di tutto quello che ci serviva e constatato che ci fosse tutto, finalmente prendiamo veramente la strada verso la meta! Dopo circa un paio d ore arriviamo sul posto, entriamo e il lago sulla mia sinistra si presenta subito con un atmosfera surreale, lago calmissimo e con tutta la foschia che ci troviamo fatico quasi a vedere l acqua.

Gasati come dei bambini davanti all entrata della Toys, decidiamo le postazioni ed iniziamo a scaricare i mezzi. Una ventina di minuti di plumbing per decidere dove lanciare e finalmente ci siamo! La formazione della squadra in campo è formata dal sottoscritto alla postazione
11 con in attacco il mio caro amico Thomas detto il “nonno” e la mia compagna nelle retrovie ai fornelli, mentre alla postazione 12 solo soletto il nostro Davide sulla fascia!

Direi che sono circa le 11:00 e mentre ci stiamo rilassando, godendoci proprio tutto lo spettacolo di questoimage1 specchio d’acqua, all’improvviso un avvisatore impazzisce con un interminabile beeeeeeeeeeeeppppppppppp è un delkim e non è il mio, il “nonno” ferra la canna e dice subito “ questo è pesante caspita”!!!! Dopo una decina di minuti di combattimento riusciamo finalmente a portare a guadino il primo pesce di questa sessione e ci presentiamo cosi uno splendido amur che fa toccare il 28 all’ago della bilancia!!!!!

Foto di rito ovviamente e subito il rilascio, direi quasi da strappalacrime, e non ci rimane altro che ricalare immediatamente proprio nelle prossimità della strada sommersa proprio davanti alla nostra postazione! Ringraziamo ovviamente Davide che senza i suoi consigli, visto che aveva affrontato altre volte questo specchio d’acqua, non avremmo mai pensato a questa strada davanti a noi! Beh non ci rimane che festeggiare questa splendida cattura stappando la prima bottiglia della sessione e dopo una decina di minuti beep beep beeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeppp, caspita questo è il mio.

image6Ferro, combatto contro una potenza della natura sentita poche volte con delle ripartenze davvero esplosive nel sottoriva e finalmente riesco a portare a guadino una splendida carpa specchi di 16,300 kg! Immaginate il nostro stato d’animo in quel momento, dopo poco più di due ore già due signori pesci portati nel materassino ed è solo il primo giorno!!!!

Il primo giorno si conclude con circa 5/6 pesci a testa di taglia all’incirca sui 10 kg e qualcuno di minore di peso e direi che ci possiamo ritenere super soddisfatti dell’inizio! Notte tranquillissima per la postazione 11 mentre la 12 di Davide è molto movimentata e porta a guadino 3 pesci mentre io dormo tranquillissimo!!!

Proseguiamo la sessione catturando sempre in media 5/6 pesci a testa noi nella 11 ma tutti diurni mentre alla 12 di Davide principalmente di notte! Tra quattro chiacchere, tante risate e pesci portati a guadino arriviamo cosi all’ultimo giorno di questa fantastica sessione al San Pietro!!! Ci alziamo, facciamo colazione e dopo pranzato iniziamo subito a smontare tende e accampamenti vari e proprio mentre stiamo per decidere di iniziare anche con le canne, beeeeeeeeeppppppp!!!!!!

image3Un lunghissimo suono esce dall’avvisatore del “nonno” e proprio come abbiamo iniziato la sessione la finiamo an amur da 23 kg per chiudere in bellezza!

Direi non soddisfatti, di più, dei pesci, delle mangiate, delle bevute ma sopratutto della compagnia della mia ragazza che ci ha accudito e servito splendidi piatti e di due amici veri e compagni di pesca straordinari! Dimenticavo anche un saluto e un ringraziamento a Luca Foroni per l’ospitalità e per la bellezza di quello che ha creato al San Pietro!!!

Autore Diego Manzoli -www.carpmagazine.it-



Condividi

Lascia un commento