Colpo grosso delle wild strawberry LK Baits

Condividi


Fluoro Wild Strawberry cQuesta volta libero da mille impegni, decido di organizzare una sessione con l’ amico Federico in coincidenza con le festività di ferragosto.

Lo spot da noi scelto per trascorrere e staccare la spina dalla quotidianità è il fiume.Conoscendo molto bene questo ambiente e analizzati vari fattori, decidiamo di risalirlo alla ricerca di uno spot con acque più fresche e ricche di ossigeno.

Le temperature elevate infatti hanno portato il pesce in uno stato di apatia prolungato.Decidiamo dopo aver visionato tutto, di sfruttare le ore di  buio, che ci avrebbero garantito probabilmente qualche grado in meno dell’ acqua e più tranquillità sulle sponde, visto che quel tratto è preso spesso d’ assalto anche dai bagnanti.

Attendiamo il calar del sole, che porta via con se anche molta gente, e di conseguenza molto disturbo; iniziamo a calare le canne.

Personalmente ho scelto due punti ben differenti : uno situato sulla destra in una buca di 4 metri ; l’ altro a filo di corrente su un plateau alla mia sinistra in un metro e mezzo d’acqua. Per la prima canna posizionata in “buca”, ho innescato su un terminale da 45 lb semi rigido le wild strawberry Lk baits, con una pasturazione mirata nei pressi dell’ innesco  non eccessiva ; per l’ altra mi sono orientato sulle immancabili nutric acid  innescate invece su un terminale combi stiff rig .

20131117_092024A differenza della pasturazione precedente questa invece è stata più generosa e ad ampio raggio.

La notte passa più o meno tranquilla, fra qualche insignificante bip che ci spezza il sonno e l abbaiare di un cane.

Il mattino seguente fra una chiacchiera e l’altra volta ad analizzare l ‘insuccesso notturno,il fiume inizia a riempirsi di bagnati  e con loro qualsiasi voglia gioco acquatico.

Decidiamo cosi di metterci il cuore in pace e attendiamo sul lettino senza tante pretese.

Per tutta la notte non c’ era stato nessun segno di attività, e le baffute sembravano più che mai sparite dallo spot ,e proprio ora con almeno una cinquantina di persone in acqua e la temperatura sempre più alle stelle stavamo valutando l’ idea di andarcene .

DSC02556Intanto si fanno le quattro del pomeriggio, con il lettino mi sposto sotto una pianta per godere di un poco d ‘ombra , inizio pian piano a rilassarmi quando all’improvviso come spesso accade, il segnalatore suona con una partenza lenta ma progressiva che mi fa ben sperare.

Corro a ferrare incredulo la canna di destra posizionata in “buca”, e fin da subito ho la percezione della mole del pesce, che con lente ma potenti fughe oppone molta resistenza . Riesco dopo aver schivato due bagnanti ignari del valore che aveva per me quella creatura, a guadinare una vecchia ma possente regina .

Le wild strawberry LK Baits riescono ancora una volta a districare una pescata sempre più volta al cappotto, e mi regalano uno dei pesci più belli di quel fiume.

Il gusto deciso e fruttato di questa pallina ha fatto la differenza in un periodo di apatia generale,risvegliando l’ appetito di questo esemplare.

DSC02557Queste palline riescono a dare il meglio di se in tutti i periodi dell’anno; insieme al socio Federico quest’ Inverno riducendo il diametro di queste esche, ed utilizzando gli appositi dip fluo in polvere, ammollando le palline nell’ All Amino Nutric LK Baits abbiamo riscontrato bei risultati, anche quando la temperatura dell’acqua era proibitiva, e il buon esito della pescata era messo a dura prova. Un’altra marcia in pù in pesca la possiamo avere utilizzando le Wild Strawberry pop up LK Baits, che in molti casi ci hanno regalato emozioni in acqua libera e senza pasturazione preventiva.

Testo e foto di Alessandro Angelotti -Team LK Baits Italia-

 



Condividi

Lascia un commento