Sessioni lampo


Condividi


foto_2-3Spesse volte ci assale una tremenda voglia di pesca ,ma il tempo a disposizione è veramente poco e non ci si organizza o si evita di andare oppure, l’unica strada da seguire è quella delle sessioni veloci, f atte di pochissime ore 7-8 al max pensando magari che in quel breve lasso di tempo sarà difficile catturare qualche carpa.

Solitamente effettuavo le mie pescate veloci nei fiumi vicino a casa ma, causa alluvioni di questo ultimo anno spesso, per motivi di sicurezza durante i periodi di stazionamento i livelli dei piccoli fiumi vengono mantenuti a livello basso, questo mi ha orientato quindi a spostarmi in piccole cave della zona, in sostanza però i punti che tengo in considerazione per una buona pescata veloce sono:

La Scelta dello Spot, la Pasturazione rigorosamente preventiva, Esca o tipo di Boilies da usare.

foto_articolo_2Per quanto riguarda la scelta dello spot, cerco di intuire spot dove le carpe possono stazionare più spesso ovvero una zona di stazionamento non di passaggio, per cercare questo tipo di spot, mi oriento in grosse legnaie marginali (secondo me le carpe passano sempre nel sotto riva), spazi ampi di canneto o di ninfee spot dove le carpe possono trovare alimenti naturali o rifugio.

Nel carpfishing la pasturazione ricopre un ruolo fondamentale. Questa fondamentale procedura richiede impegno e a volte può essere la parte dispendiosa della nostra passione ma spesso è anche vero che la semplicità paga ….

A cosa serve? Serve per far familiarizzare il pesce con le nostre boilie, ad abituarlo a trovare il cibo in una data zona e anche a selezionare la taglia.

Detto questo riassumiamo dicendo che, dopo aver scelto lo spot di pesca dedichiamo del tempo alla pasturazione considerando cosa usare, la quantità, e il tipo di boilies e le loro dimensioni.

foto_articolo1Non sono d’accordo che serva pasturare in grosse quantità pochi giorni prima della sessione ma spesso (4 volte a settimana ) e con poche quantitativi di boilies (1 kg per gg) ma di buona fattura …

Boilies perché, personalmente la pasturazione per le mie pescate veloci utilizzo solo ed esclusivamente boilies dei diametri 0,20 e 0,24 mm con un mix di pellet 0,22 mm Lk Baits in modo di attirare il meno possibile pesci di disturbo e cercando anche in questo modo di selezionare un pò la taglia .

Le boilies che utilizzo devono essere sopratutto boilies di altissima digeribilità e sopratutto veloci nell’azione in pesca, per questo utilizzo in primis le Boilies della linea Euro Economic Lk Baits Il nome di questa boilies ‘Economic’ può ingannare, essa non è fatta con prodotti di bassa qualità anzi, questa linea fa parte di una serie di collaborazioni con altre aziende nell’acquistare in grossi quantitativi farine per la loro produzione mantenendo così’ un prezzo al pubblico ‘Economic’ a portata di tutti.

Queste boilies sono costruite con un birdfish di ottima fattura, con i migliori pastoncini in commercio nell’est europa e una dose di farina di pesce predigerita della Norvegia.

foto_5Sono disponibili in quattro gusti , due fruttati Fruit Exotic (Frutta Esotica) e Sweet Pinneaple (Ananas Dolce) e due gusti al pesce Sardel (Acciuga) e Spice Shrimp (Spezie Dolci e Gamberetto) ,contengono NUTRIC Acid una miscela di aminoacidi oltre a molte sostanze naturali che stimolano la carpa attraverso la percezione degli odori..

foto6Inoltre nel periodo invernale per rendere ancora più immediata l’attrazione del mio innesco immergo le boilies nel rispettivo dip e le avvolgo poifoto_7 nella pasta Lk Baits composta da una forte dose di NHDC, questa pasta nel periodo invernale con temperature di 6-10 gradi si scioglie completamente in circa 1-2 ore ,mentre nel periodo estivo con temperature di 18-22 gradi in 30 -40 min formando in entrambe i casi una nuvola di amminoacidi attrattiva attorno al ns innesco, aggiungiamo inoltre possibilmente uno stringer di boilies smezzate o uno stick con boilies spezzettate.

Non sempre una grossa pasturazione impulsiva prima premia le nostre sessioni, ma una forte costanza, una forte attitudine e una buona dose di fortuna spesso possono regalare delle ottime sessioni con delle belle soddisfazioni….

Testo e foto di Riccardo Sturaro(Ricky Oro) Team LK Baits -www.carpmagazine.it-



Condividi

Lascia un commento