CC Moore Big French Carp 36,2kg

Condividi


Damien Simonelli è un ragazzo giovane e ha già fatto parlare di se  con la cattura di “Nautilus” dal peso di 36,6 kg. Ha fatto di nuovo strike superando di nuovo i 36 kg in un grande lago francese. E ‘una cosa mai vista prima: due pesci superiori a 36 kg catturati in acque pubbliche dallo stesso angler. Con 13 pesci over 25kg all’età di 23 anni, Damien è già considerato come un campione sulla scena mondiale del carpfishing. In esclusiva per tutti i carpisti italiani, ha accettato di raccontare la storia di questa cattura straordinaria.
Ho programmato 10 giorni di pesca su un lago nel sud-ovest della Francia (tra Tolosa e les Landes). Ho deciso di scegliere quel lago perché conoscevo che detiene un buon numero di pesci di taglia. Dopo 6 giorni durante i quali ho perso diversi finali causa tranciatura del monofilo, non riuscivo a capire il perché succedesse questo. Nel frattempo però osservando la superficie del lago, notavo delle zone interessanti dove vedevo diversi pesci saltare e dove sicuramente avrei cominciato a pasturare.

13 pesci oltre 25kg già … Ha solo 23 anni!

 290

Una questione di tempo?

Stavo pescando su qualche zona di erosione che sono riuscito a trovare con il Aquascope; questo strumento è essenziale per il mio tipo di pescaimages e lo uso il più possibile per osservare direttamente il fondo dove è possibile. Guardando indietro, mi sono detto che stavamo stavamo pasturando nel primo pomeriggio durante quegli ultimi sei giorni quindi quasi sicuramente i pesci si erano sentiti disturbati andando in allarme durante quella operazione. Per questo motivo, cambio la mia strategia e decido di svegliarsi presto per effettuare quella operazione e sistemare anche i segnalini alle 7-8 del mattino. Tutto era pronto, la mie esche  erano state collocate con l’aiuto del Aquascope in modo da  essere certi che stavo pescando correttamente.
Di notte, intorno alle 20, ho avuto una partenza e dopo un 20 minuti di combattimento, ho visto un grande ombra sull’acqua. La seconda volta è stata quella buona … il mostro era in rete. Ho subito detto al mio amico che era un pesce sicuramente superiore ai 30. E ‘solo quando sono arrivato sulla riva e volevo sollevarla che ho sentito quella piacevole sensazione di pesantezza … Ho messo la carpa in un carp sack e l’ho legato ad un paletto. Dopo l’esperienza vissuta con la cattura del Nautilus di 36,6 kg, ho comprato dei carp sack di misura over large, poichè l’ultima volta dovetti appunto chiederlo in prestito. Ho poi preparare tutto per la pesatura. E ‘un altro aspetto che considero molto, poichè mi piace conoscere con esattezza il peso del pesce che catturo, quindi non il peso stimato ma esclusivamente quello reale. Ho gonfiato sia il materassino ed ho assemblato il mio treppiede Ruben Heaton.DSC_2000_(Copier)
Una volta che tutto è stato tarato eliminando naturalmente il peso dello stesso materassino, ho proceduto con la pesatura: il primo peso è stato di  36,4 kg. Ho ripetuto questa operazione ben 5 volte e una volta con l’aiuto anche del mio amico. La media di tutte le 5 pesature è stata di 36,2 kg, il terzo pesce più grande che ho mai catturato in un acqua pubblica francese. Naturalmente non ho dormito quella notte, ho mandato messaggi ai miei amici e cominciai a guardare anche alcune informazioni su quel pesce di quel peso, non trovando nulla. Al mattino, il tempo non era dei migliori per le scattare le foto di rito, ma intorno alle 10,30  le condizioni di luce migliorarono e cominciai a fare qualche foto del mio trofeo. 439_(2)

Pescare in modo semplice ma scrupoloso

Avevo lasciato cadere la mia esca con l’aiuto dell’ Aquascope in 1 metro di profondità, dove ho osservato delle zone di erosione e quindi di sicura193 frequentazione per la ricerca di cibo da parte delle nostre amiche carpe. Il mio finale era abbastanza robusto, un leader di 0,80 mm, con una safety clip e 140gr di piombo, amo a gambo lungo N.2. L’esca impiegata è stata una CC Moore Shelf Live System 18 mm  con un chicco di mais finto sulla parte superiore a chiudere l’innesco.

Un innesco bilanciato davvero efficace.

Il giorno dopo, sempre su Live System Boiles ho avuto una partenza alle 12.30. Ho lottato duramente contro un pesce di taglia che effettuava potenti fughe in ben 10 metri d’acqua e che causò l’apertura dell’amo con la conseguente perdita della preda. Rimasi amareggiato  ma potevo considerarmi già molto fortunato. La sessione terminò  con la cattura di un siluro di metri 1,1 per il mio amico e non catturammo più carpe.

Ma adesso facciamo conoscere meglio Damien Simonelli  a tutti i nostri lettori!!!

Come descriveresti il ​​tuo angling time?

La mia pesca è basata principalmente sulla ricerca di grandi pesci, come la maggior parte di noi … in lago, in cava o in fiume. Sono un pescatore che ama viaggiare  e mi piace pasturare in modo massiccio ma allo stesso tempo non eccessivo. Anche se mi piace utilizzare il  PVA, per pasturazioni di precisione ed singoli inneschi in funzione della stagione.

Quanto tempo dedichi alla pesca?

Da qualche anno ho deciso di lavorare  al Lago San Cassien chemi ha permesso di avere un sacco di tempo per  pescare, una media di 150 notti all’anno o più, come nel 2012, dove per fortuna ho potuto passare 209 notti dietro le canne.
Mi piace prima di iniziare una nuova sessione raccogliere più informazioni possibili sul mio nuovo target attraverso diversi canali (internet, sulla riva, gli amici, ecc. ecc..

Ad oggi quale è stato il tuo momento di pesca migliore?

La scelta non è facile visto i tantissimi momenti passati sulle rive, posso comunque affermare che porto nel cuore 2 o 3 sessioni. La  prima over 20 è stato pesce di 24,5 kg dopo appena  1 ora di pesca a Saint Cassien un 26 Dicembre. La cattura di un grande esemplare  lo stesso giorno, un pesce ben noto e chiamato Nautilus di 36,6 kg e una 29kg dopo 10 giorni passati in condizioni difficili … e, naturalmente, quest’ ultima cattura di 36,2 kg.DSC_1947_(Copier)

L’incontro con gli amici come Antoine e Edouard, della Ccmoore squadra, è stato anche un grande momento. Ci sono così tante storie da raccontare che potrei stare giorni a farlo.

Quali sono le tue esche preferite nella gamma CC Moore?

Quando ho cominciato a pescare con le esche CC Moore, ho usato Spicy boilies di pollo, una gamma che non è più in produzione, ma conDSC_2103_(Copier) DSC_2084_(Copier)il quale ho avuto risultati pazzeschi. Più di recente, sto invece utilizzando le Shelf Live Meteor e le Shelf Live System in combinazione con le Pop  ups NS1 rosa che porto sempre con me, un’accoppiata che esercita un’attrazione fatale sulle carpe. In genere impiego la linea Shelf Live System tra Ottobre e Maggio, la linea Shelf Live Meteor tra Maggio e Settembre. Uso raramente le pop-ups e per attirare i pesci sul mio spot pasturo con 1,5-2kg di boilies per canna è un minimo per me (tranne in acque ricche di alimento naturale’).

Dove ti vedi in pesca in futuro?

Spero di continuare a pescare come sto facendo adesso condividendo queste emozioni con i miei amici. Poi, il mio obiettivo principale è la cattura di grandi pesci in alcuni grandi laghi noti per le loro condizioni difficili.  Continuerò ad  imparare ed a migliorarmi in questa mia grande passione che è: il CarpFishing.

36,2 kg in breve

L’acqua è di circa 100 ettari nel sud-ovest della Francia il pesce presente è di notevole taglia. E ‘un grande lago pubblico dove tutti possono tentare la fortuna.

Composizione Terminale

L’end-tackle è composto da un amo a gambo lungo (n ° 2-4), un 45 libbre intrecciato rivestito Quick Silver Gold sul quale è stata eliminata la guaina negli ultimi 3 cm per aumentare la moblità del rig, un lead-clip (portare circa 140 – 150gr), un leader di 30 m in 0,70-0,90 mm con una potenza di 50 libbre  intrecciato Mainline.

Esche

Il mio diametro minimo è di 18 mm ma il più delle volte uso 24 millimetri. Pesco con due canne tramite inneschi affondanti e sulla terza canna utilizzo uno showman(omino di neve). Questo pesce è stato catturato invece su una Live System 18 millimetri con in testa un chicco di mais dolce di plastica.DSC_1260_(Copier)

Condizioni climatiche?

E ‘stato un clima di bassa pressione, vento proveniente da nord,  5 ° C di notte e 15-20 ° C durante il giorno. Durante quel viaggio, Damien ha avuto 2 catture: una 36,2 kg, una carpa persa causa apertura dell’amo ed un piccolo siluro catturato dal suo socio.
Pesca a vista in fondale profondo un metro costituito da sabbia e fango e pasturazione rigorosamente a boilies.
Le 3 chiavi che hanno permesso questo successo per il nostro Damien:
Alcuni buoni maestri: Danilo (baba), Clark Warren, Thomas
Quantità di informazioni sullo spot(ricerca a vista, direzioni delle correnti, posizionamento geografico dello spot con esposizione ai venti, ecc ecc….). Per me l’essenziale è la precisione del posizionamento dell’innesco tramite l’uso di  un Aquascope.
• La qualità delle esche, da 4 anni che uso i prodotti CC Moore, il mio tasso di cattura è incrementato di ben 64 pesci di oltre 20 kg, 13 over 25kg (come Nautilus).

Un grande doppio: 33kg in media

Il sogno di ogni carpista è diventato realtà, gli sforzi fatti ci hanno ripagati. Metà Novembre, dopo aver perso la mia  motivazione in alcune sessioni, ho deciso di riprovarci , mi sono unito alla mia collega Antoine e il suo amico già presenti sul lago. Lungo la strada faccio una deviazione 150 km … io non ho nessun GPS … ma io ho una mappa …
Dopo alcuni problemi, mi posiziono al mio arrivo in un posto libero ed interessante del lago secondo me. I giorni seguenti sono dedicati alla ricerca di spot vincenti, comincio la pasturazione con Spicy boilies di pollo CC Moore. Dopo 10 giorni i miei amici ebbero qualche partenza , mentre io nulla.

Nuovo Personal Best

L’undicesimo giorno, dopo aver cambiato la mia strategia, ho una violenta partenza alle ore  7 del mattino. Dopo una dura lotta, metto a guadino il mio primo pesce: l’ago della bilancia segna 29kg! Il mio nuovo PB era sul materassino.
Dopo aver rilasciato il pesce, comincio a riporre in auto alcune attrezzature che mi servivano per affrontare la notte imminente. Intorno alle ore 13.30  incontro i miei due amici per fare uno spuntino. Un bip, poi un secondo appena accennato, la canna si piega con forza ed io vengo in contatto con un pesce davvero pesante e potente: decido di salire in barca, il maestrale soffiava forte e dopo una lotta intensa ed un rientro alla riva difficile, mi rendo conto che ho un vero e proprio mostro accanto a me.
Antoine mi ha aiutato per la fase di pesatura e mi rendo conto che ho superato di nuovo il mio personal best con una bella carpa da: 36,6 kg … Una grande emozione …!!!
Il servizio fotografico non fu dei più facili vista la mole del ciprinide.
Concludo dicendo che,  la perseveranza paga sempre.

Autore Damien Simonelli con la supervisione di Donato Corrente



Condividi

Lascia un commento