Trofeo CFI Lago Fiastra

Condividi


Il 25-26-27 maggio nel lago di Fiastra si è svolto l’ottava edizione del Trofeo Cfi.

Il lago molto bello incastonato tra i monti sibillini ha regalato a noi tutti paesaggi mozzafiato.

La partenza era stata fissata a giovedi sera alle ore 7. Dopo qualche ora lungo la SS. Romea ci siamo fermati a mangiare “come i veri camionari” in un ristorante. Dopo aver finito la nostra meta era li, arrivare in quel posto dove le nostre menti da giorni già immaginavano. Dopo qualche rifornimento e pausa caffè verso le 2 siamo arrivati. Il sonno a singhiozzi e l’adrenalina era troppa. Bisognava pescare! Alle 6 già davanti al bar dopo una veloce colazione abbiamo deciso di vedere il lago. L’aria pulita e il sole che lentamente si alzava dava ogni secondo delle emozioni. Torniamo al punto di ritrovo e iniziano arrivare i partecipanti e la festa inizia… Organizzatori ansiosi e di corsa..Arriva il momento dei sorteggi!!! Bene si va a pescare!

Dopo una chiacchierata con i frequentatori del posto si parte per l’avventura. Con l’auto si arriva a 500 mt dalla postazione e li un mezzo del comune caricava le nostre attrezzature per portarla nel nostro box. Dopo aver montato tutto il necessario è arrivato il momento di conoscere il fondale con il classico marker.

Il fondo degrada molto lentamente e a circa 30mt da riva trovo 4 mt con sedimenti di un vecchio erbaio. Decido che li puo essere un ottimo spot e comincio a pasturare sia prima a 5 mt sia nel folto erbaio una massiccia quantità di Boiles ready made da 16mm. Il mix molto semplice pari a un semplice 50/50 con una leggera aromatizzazione in base alcolica di banana royale (cipro) è stata la nostra piccola vittoria.

La nostra Boiles innescata su D-rig in fluorocarbon della Seaguar da 26mm ci ha fatto catturare alle 14 di sabato una regina di 2.840 in una zona deserta. Il vento freddo che arrivava da NNE ci lasciava tregua dall’imbrunire alle prime ore dell’alba. Dal giorno alla notte lo sbalzo termico era molto elevato e cercare il pesce nella zona non era affatto semplice visto che dalla posta 20 alla 27 siamo stati gli unici fortunati a catturare. Le carpe giravano in poca acqua, nella zona non battuta dal vento e nell’immissario del fiume.

Sono comunque soddisfatto in tutto. Posto incantevole, magico e naturalistico al 100%. Spero di tornare prima possibile visto che l’ospitalità è ottimale. Saluto tutti gli amici conosciuti alla manifestazione e tutti coloro che ci hanno sostenuto.

Il 25-26-27 maggio nel lago di Fiastra si è svolto l’ottava edizione del Trofeo Cfi.

Il lago molto bello incastonato tra i monti sibillini ha regalato a noi tutti paesaggi mozzafiato.

La partenza era stata fissata a giovedi sera alle ore 7. Dopo qualche ora lungo la SS. Romea ci siamo fermati a mangiare “come i veri camionari” in un ristorante. Dopo aver finito la nostra meta era li, arrivare in quel posto dove le nostre menti da giorni già immaginavano. Dopo qualche rifornimento e pausa caffè verso le 2 siamo arrivati. Il sonno a singhiozzi e l’adrenalina era troppa. Bisognava pescare! Alle 6 già davanti al bar dopo una veloce colazione abbiamo deciso di vedere il lago. L’aria pulita e il sole che lentamente si alzava dava ogni secondo delle emozioni. Torniamo al punto di ritrovo e iniziano arrivare i partecipanti e la festa inizia… Organizzatori ansiosi e di corsa..Arriva il momento dei sorteggi!!! Bene si va a pescare!

Dopo una chiacchierata con i frequentatori del posto si parte per l’avventura. Con l’auto si arriva a 500 mt dalla postazione e li un mezzo del comune caricava le nostre attrezzature per portarla nel nostro box. Dopo aver montato tutto il necessario è arrivato il momento di conoscere il fondale con il classico marker. Il fondo degrada molto lentamente e a circa 30mt da riva trovo 4 mt con sedimenti di un vecchio erbaio.

Decido che li puo essere un ottimo spot e comincio a pasturare sia prima a 5 mt sia nel folto erbaio una massiccia quantità di Boiles ready made da 16mm. Il mix molto semplice pari a un semplice 50/50 con una leggera aromatizzazione in base alcolica di banana royale (cipro) è stata la nostra piccola vittoria.

La nostra Boiles innescata su D-rig in fluorocarbon della Seaguar da 26mm ci ha fatto catturare alle 14 di sabato una regina di 2.840 in una zona deserta. Il vento freddo che arrivava da NNE ci lasciava tregua dall’imbrunire alle prime ore dell’alba. Dal giorno alla notte lo sbalzo termico era molto elevato e cercare il pesce nella zona non era affatto semplice visto che dalla posta 20 alla 27 siamo stati gli unici fortunati a catturare. Le carpe giravano in poca acqua, nella zona non battuta dal vento e nell’immissario del fiume.

Sono comunque soddisfatto in tutto. Posto incantevole, magico e naturalistico al 100%. Spero di tornare prima possibile visto che l’ospitalità è ottimale. Saluto tutti gli amici conosciuti alla manifestazione e tutti coloro che ci hanno sostenuto.

 



Condividi

Lascia un commento