Oli Essenziali

Condividi


Olio essenziale al Timo

Componente ormai quasi indispensabile nei nostri mix e nelle migliori ready, gusto e attrattivit’, un connubio eccezionale per la realizzazione di un’ ottima esca, laddove le carpe sono particolarmente esigenti.

Essi esaltano il sapore della boiles rendendola magicamente attrattiva, lasciando nella memoria della carpa un ricordo positivo della nostra magica pallina.

Possiamo collocarli nei prodotti moderni, anche se la loro nascita risale gia’ ad oltre mille anni fa grazie al popolo arabo, i quali adottavano pero’ un sistema di estrazione rudimentale che non permetteva la separazione dell’ olio nell’ acqua e il risultato era una semplice miscela di acqua aromatica.

Solo grazie alla moderna tecnologia e’ stato possibile estrarre l’olio dalla miscela ottenuta; questo mediante lunghe procedure di lavorazione :

  • distillazione
  • spremitura a freddo
  • distillazione a freddo

Basti pensare che solo lo 0,02 % del prodotto viene utilizzato per creare un olio essenziale e questo spiega i loro costi elevati.

Detto cio’ possiamo dire che gli olii essenziali non sono altro che l’estratto piu’ puro della pianta o del frutto.

UTILIZZO:

Vi siete mai chiesti perche’ vengono confezionati con la classica bottiglietta in vetro???

L’essenza e’ talmente concentrata che potrebbe in pochi minuti sciogliere un semplice bicchiere in plastica; personalmente mi e’ successo e vi lascio solo immaginare ………

Inseriti nella parte liquida del mix il loro impiego non ha limiti; dai semplici mix 50/50 ai piu’ complessi birdfish.

Il segreto per rendere un’ esca super e’ avere l’accortezza di dosarli in modo corretto.

Inoltre e’ importante leggere quanto riportato sulla bottiglietta ,mantenendoci con dosaggi bassi in acque basiche e medi in quelle acide.

Ricordatevi che la carpa riesce a percepire mezza particella di un ‘ aroma in rapporto ad un milione di particelle di acqua , quindi e’ inutile aumentare la dose in quanto andremo solo a perdere delle ottime probabilita’ di catturare qualche bel pesce, rendendo la nostra boiles da attrattiva a repulsiva; questo soprattutto nei laghi con forte pressione di pesca, laddove i pesci sono molto sospettosi.

L’unico modo per capire il vero uso degli olii essenziali e gli effetti sulla boiles, e provare ad impastare un mix ed andare di corsa a pesca.

Spero di esservi stato di aiuto , colgo inoltre l’occasione di salutare tutti voi e in particolar modo tutto lo Staff di CARPMAGAZINE

Autore Antonino del Papa



Condividi

Lascia un commento