Booster Liquido per StickMix

Condividi


Con il termine di booster viene indicato un composto liquido, formato da una serie di additivi composti da aminoacidi vari. Gli additivi liquidi sono degli attrattori e possiamo considerarli dei cibi formati da zuccheri, proteine ed aminoacidi.

Sul mercato ne troviamo di vari tipi,quelli che vengono utilizzati di più e che hanno fatto la storia del carpfishing sono i vari minanino, carpamino, nutramino, cls ecc..ecc..

Fatta questa breve premessa ritorniamo al discorso iniziale dei booster dicendo che principalmente, vengono utilizzati per bagnare e dare una certa consistenza alla miscela di sfarinati che inseriremo all’interno della retina di pva quando prepariamo gli stick mix. Lo stick mix come ben sappiamo è una forma di pasturazione, utilizzata quando vogliamo creare una piccola zona attrattiva vicino all’innesco;questa è la forma di pasturazione che preferisco di più e che adotto, nel 90% delle mie pescate e che consiglio l’utilizzo, in quanto una volta sciolta la retina di pva la pastura presente all’interno andrà a coprire l’amo con la boiles mimetizzando il tutto e quindi le carpe si avvicineranno al nostro innesco con meno diffidenza, specialmente quando si pesca in posti pressati.

Nel corso degli anni ho avuto modo di provare vari booster presenti in commercio,ma siccome a me piacciono le cose fatte in casa ho provato seguendo una certa logica e non inserendo ingredienti a caso come fanno in tanti pensando che più roba c’è e più si prende,a farmene uno che soddisfasse il mio intento.

Come ingrediente di base adopero il fegato di suino,tagliato a pezzettini e messo in un frullatore ad immersione. Questo ingrediente è uno degli attrattori più potenti,ed usato da tempo soprattutto dagli angler inglesi. E’ ricco di acido aspartico ed acido glutammico 2 aminoacidi che nel cervello delle carpe funziona come neurotrasmettitore eccitatorio ed inoltre è ricco di sangue(provate a mettere una goccia di sangue in un aquario e vedrete la reazione dei pesciolini).

Aggiungo poi 50 ml di olio di semi di girasole all’aglio(vedere il video degli oli aromatizzati presenti sul sito)che è ricco di acido linoleico appartenente agli omega 6. L’aglio oltre ad avere proprietà antibatteriche è anche un piccolo attrattore, infatti sembra molto apprezzato dalle carpe a specchio mentre gli amur lo adorano.

Lo spicchio d’aglio viene innescato come alternativa alle granaglie appunto per insidiare l’amur,ed alcune volte saltano fuori delle belle sorprese. L’aglio poi in po sembra avere una marcia in più, infatti il suo olio essenziale è quello più impiegato da molti carpisti in questo ambiente. Come terzo ingrediente adopero 10 g di betaina HCL, altro ingrediente attrattivo che oltre ad essere un potente stimolatore d’appetito è molto solubile in acqua.

Nella betaina HCL è presente una percentuale di acido cloridrico che eserciterà in acqua una maggiore variazione del ph, inoltre è un elettrolita che in acqua sviluppa piccoli segnali elettrici che risultano essere attrattivi nei confronti dei pesci, come ultimo ingrediente metto un mix di spezie composto da 1 cucchiaio di paprika, 1 cucchiaio di pepe nero e 1 cucchiaio di caffè. Ho scelto queste 3 spezie per l’alto contenuto di alcaloidi presenti al loro interno, alcaloidi che oltre ad essere stimolanti dal punto di1 vista olfattivo e chemorecettivo hanno un forte potere attrattivo.

Il caffè inoltre è un grande eccitatore del sistema nervoso, impiegato da anni da Rod Hutchinson nei suoi mix. A questo punto si preme il tasto on del frullatore ed otterremo in pochi secondi al costo di circa 4 euro, un booster completo che può essere usato anche come dip ,per bagnare le pellet ,nel method e perchè no come additivo per le nostre esche.

Ricordo che questa è solo un alternativa ai prodotti presenti sul mercato, che restono senza ombra di dubbio validi ed efficaci. In questi ultimi periodi sto adoperando questo booster in abbinamento allo stick mix Magic Carpet prodotto dalla CCMOORE, composto da 14 elementi tutti solubili in acqua ottenendo ottimi risultati. Come ultimo consiglio quando bagniamo la pastura da inserire nella retina di pva, non dobbiamo eccedere con il liquido, ma dobbiamo lasciare la pastura un pò asciutta. Infatti un eccesso di liquido provocherà l’impregnamento della retina di pva la quale una volta in acqua, faticherà a sciogliersi.

Autore Pino Capomolla

 

 

BOOSTER SELF

Booster Liquido utile anche per potenziare le boiles

500 g fegato di suino

50 ml olio di semi di girasole all’aglio

10 g betaina hcl

1 cucchiaio di paprika

1 cucchiaio di caffè

1 cucchiaio di pepe nero



Condividi

Lascia un commento