Vademecum CarpMagazine


Condividi


1. Il team e’ aperto ai carpisti che condividono le informazioni e hanno il coraggio di sperimentare, mettendo in conto che si potrà perdere qualche pesce

2. La cura del pesce deve essere sempre al primo posto

3. Le catture effettuate dai membri del team sono comuni, non esistono catture per meriti personali o grazie a qualcuno, ma e’ sempre merito del team

4. Non esistono spot segreti e le postazioni sono di tutti ed interscambiabili in ogni momento

5. La gelosia tra carpisti non deve esistere e la competizione tra i membri del team deve sfociare in un obbiettivo comune e non distruttivo per lo stesso team

6. Dove non c’è posto per pescare in due, si pesca con un solo rod-pod o con i picchetti, utilizzando una sola canna o due canne di uno dei due angler

7. Se durante la sessione uno dei due carpisti non ha partenze, ci si alterna alla ferrata con le canne posizionate nel settore più favorevole

8. Conciliandosi con il proprio lavoro ed impegni familiari si cercherà di pescare possibilmente insieme

9. Le sensazioni che il pesce ci ha trasmesso sono la cosa più importante che un carpista deve ricordare e non quanti kg pesava

10. Non insegnare alle carpe a volare per farle arrivare nel laghetto sotto casa x avere un pesce di taglia (di Osvaldo Corn)

11. Il carpista deve rispettare l’ambiente e le sue creature non modificando la posta per la propria comodità a discapito dell’ambiente stesso(di Roberto Bertoli)

12. Se si ha la fortuna di pescare con un socio più preparato a livello tecnico, si cercherà di chiedergli i motivi delle sue scelte tecniche senza copiare magari in modo anche sbagliato e mettendoci la propria testa per migliorare ulteriormente l’ idea.

13. Catturare va bene ma a volte anche un bambino è capace a farlo, più difficile invece è capirne il perchè sempre se ci interessa, a meno di fare parte di quella schiera di pseudo-carpisti o meglio carpari che afferma di catturare con qualsiasi esca o mezzo!!!!

14. Se si rispetteranno queste semplici regole si potranno ottenere grandi risultati e cosa piu importante si vivra’ la pesca con serenità e in armonia con gli altri e non come una competizione priva di valore e fine a se stessa

N.B. Queste regole sono il frutto di esperienze negative scontate sulla propria pelle poichè come mi ha suggerito qualcuno, “Il risultato della somma degli errori è uguale all’esperienza” .

Autore Donato Corrente

 



Condividi

Informazioni su Donato Corrente

Il 1° Magazine del CarpFishing fondato e sviluppato da Donato Corrente, maratoneta, Istruttore di Triathlon, free angler, blogger ed articolista su Carp&Cat

Lascia un commento